Circolo Arti Figurative Empoli


Vai ai contenuti

Biografia Lina Moretti Nesticò



Biografia di Lina Moretti Nesticò



… Nei miei passi … è il desiderio di leggersi e leggere la realtà che mi circonda di mettermi alla prova, trovare il limite apparente delle cose e cercare di superarlo.
… Nei miei passi … è l’invito rivolto a me stessa e al mio simile di andare oltre, per conoscere e conoscersi per comunicare e crescere nella partecipazione di idee, sogni, utopie.
… Nei miei passi … è l’urgenza di tradurre i pensieri in azioni consapevoli, atte a pervenire ad una vera condivisione dell’esperienza e ad una percezione e conoscenza diversa, profonda totalizzante della situazione in cui siamo immersi e che definiamo VITA.

Lina Moretti Nesticò, pittrice e grafica, nasce nel 1944 a Lastra a Signa, in provincia di Firenze, dove vive e lavora.
Un naturale attitudine all'espressività artistica, alimenta in questa direzione un percorso formativo che vicende familiari inizialmente non aiutano.
L’occasione di riprendere compiutamente un suo precedente tentativo di ricerca espressiva avviene nel 1997 con la partecipazione ai corsi teorici e pratici ad indirizzo artistico, indetti dall’Università dell’Età Libera del Comune di Firenze.
Contemporaneamente è all’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove approfondisce la sua preparazione alla Scuola Libera del Nudo sotto la guida della Prof.ssa S.Batoni.
Esperimenta la Tecnica dell’Arte Incisoria , seguendo, fra gli altri, per un anno, le lezioni del Prof. D.Viaggiano.
Le viene offerta l’occasione di frequentare il Corso di Ornato nell’aula del Prof. G.Del Debbio.
Chiuso l’impegno accademico, prosegue il suo approfondimento per le tecniche incisoriealla Scuola Internazionale per l’ Arte Grafica – Fondazione Il Bisonte, con i docentiV.Burlizzi e M.Ortega.
Nella sua ricerca, il Prof. F.Messina la introduce alla conoscenza delle Tecniche antiche
Il 1999 vede l’inizio della fase espositiva presso Villa Bellosguardo a Lastra a Signa, cui seguono numerose mostre personali e partecipazioni a rassegne e collettive.
Sue opere trovano collocazione presso collezioni private italiane e americane e presso Istituzioni quali il Museo Diocesano di Arte Sacra in Santo Stefano al Ponte, in Firenze.






Torna ai contenuti | Torna al menu